5 Commenti
ott 23, 2023Messo Mi piace da Gameromancer

Posso testimoniare con piacere che i Toni™ sono stati il fattore che mi ha portato dal "leggiamo sti tizi" a "joiniamo (silenziosamente nel mio piccolo) la ribellione".

La vita non è un pranzo di gala, cazzo

Expand full comment
ott 23, 2023Messo Mi piace da Gameromancer

Il discorso su MGS è molto complesso e probabilmente bisognerebbe estenderlo un po' a tutti i giochi: quando un videogioco smette di essere attuale?

su MGS2 la cosa è evidente: essendo praticamente un qualcosa che ha analizzato il futuro in maniera incredibile e in tempi non sospetti, quando quelle cose di sono avverate e sono diventate realtà è diventato anacronistico.

Un po' come dicevamo tempo fa di Ocarina of Time: è la base dei giochi moderni.

Se affrontato oggi senza contestualizzarlo nel passato, si ha la sensazione che sia un gioco ignorabile perché fa quello che fa ogni gioco 3D uscito dopo.

Il videogioco smette di essere attuale quando quello che porta in grembo, sia esso il suo messaggio o il metodo che utilizza per comunicare, diventa uno standard.

Per questo quando si parla di retrogaming si dovrebbe iniziare a contestualizzare il periodo d'uscita e a studiarne anche il processo di sviluppo.

Credo che prodotti come quello del making of di karateka siano una manna dal cielo e aiutino a comprendere il motivo per cui i titoli soggetti a quella ripubblicazione siano importanti.

-

La combo dei due pezzi finali è giusta e sacrosanta: per un periodo c'ero cascato anche io.

Ma poi sarà stato il fatto che sono cresciuto, o quello di essere andato a fondo alla questione e beh, la prospettiva è decisamente cambiata.

Anche perché ho trovato persone che si sbattono il cazzo per portare avanti la loro voce e che organizzano iniziative molto interessanti e che paradossalmente chi avrebbe più potere economico non ha nemmeno interesse a fare.

Poi vabè, sapete bene come la penso di chi si immagina Pietro come un mostro a tre teste pronto a incenerire le mamme delle penne più prezzolate.

Dite le cose come stanno e per me condannate ciò che fa schifo del settore editoriale videoludico.

Bene così: e facciamo tuttə merdate prima o poi, ma basta riconoscere un errore e correggerlo, sempre se si è in buona fede.

E nsomma via: anche stavolta la mia appendice l'ho aggiunta.

Devo sentire la monografia Nintendo, appena ho un attimo di tempo!

Expand full comment